IL RUOLO DELLA COMUNICAZIONE PER IL CAPO (di Sergio Amatulli)

 

Il ruolo della comunicazione per essere un capo efficace. Leadership
Il ruolo della comunicazione per essere un capo efficace. Leadership

Quanto è importante nel ruolo di capo?

Lavorando con team e clienti ogni giorno, ho compreso l’importanza della comunicazione per coloro che gestiscono persone e progetti. Una comunicazione davvero efficiente, è in grado di aiutare un Leader a raggiungere una notevole quantità di risultati. Ma nonostante l’importanza della comunicazione sia scontata, nella realtà di tutti i giorni mi capita spesso di vedere Manager, dirigenti e Team-Leader curare poco questa competenza.

Essere un comunicatore efficace è un must per tutti i Capi. Attraverso la comunicazione efficace, molti leader efficaci costruiscono fiducia, lavorando sulle relazioni. Senza una comunicazione efficace, la tua capacità di condurre efficacemente le persone, può diventare un’attività, faticosa, difficile ed esasperante.

Proviamo a vedere insieme quali benefici e risultati è in grado di facilitare la comunicazione efficace di un Capo:

1) Crea Fiducia: una comunicazione “autentica” e diretta è in grado di stimolare fiducia intorno al Leader. Se un Leader gode della fiducia del suo Team, è in grado di ottenere performance superiori da ogni componente della propria squadra.

2) Crea Coinvolgimento: la comunicazione è il mezzo attraverso cui il Capo è in grado di coinvolgere il collaboratore, ottenendo in cambio: idee, motivazione, spirito di sacrificio, senso di responsabilità. (leggi questo articolo “Da push a pull” per approfondire)

3) Crea relazioni basate sulla condivisione di Valori: attraverso la propria comunicazione è in grado di trasferire e basare i rapporti sulla base di Valori condivisi. Il modo di comunicare di un Capo con i propri collaboratori, oltre ad informazioni e contenuti, è in grado di trasferire: Rispetto, Valorizzazione, Riconoscimento, Ricerca dell’Eccellenza, Determinazione, e così via. Un gruppo che lavora condividendo dei Valori comuni, avrà una bassa conflittualità ed un più alto livello di performance.

4) Mantiene gli impegni: un Leadership coinvolgente, è in grado di ottenere il massimo impegno e senso di responsabilità. A livello pratico, questo si trasforma nella capacità del gruppo, e del singolo, di mantenere gli impegni (generalmente, cosa molto gradita).

5) Crea l’esempio: avere il proprio Capo che basa la propria comunicazione sui precedenti 4 punti, genera rispetto, diventando un esempio naturale ed inconscio, su cui i collaboratori baseranno le loro relazioni in azienda. Io penso che questo aspetto sia poco valorizzato, ma può in realtà essere assolutamente “strategico”.

E’ evidente che sto parlando di una comunicazione ad un livello diverso dalla normale routine del trasferimento di informazioni, ordini e priorità. Nella mia precedente esperienza di giovane manager, anch’io ho pensato che la mia comunicazione sarebbe stata efficace con il mio team, quanto più avessi condiviso informazioni e dettagli. Solo in seguito ho scoperto che questo è solo una piccola parte del ruolo della comunicazione con le persone, che ci circondano sul lavoro.

Infatti è stato in seguito, quando ho cominciato a lavorare sulle mie competenze di Capo, che mi sono reso conto di quanto la mie capacità comunicative potessero essere in grado di influenzare gli altri, se solo fossi partito dalla cura e dalla costruzione dei rapporti. Solo attraverso l’attenzione verso questo aspetto, è stato possibile creare un benessere di clima e organizzativo.

La comunicazione è un’abilità, che va curata e aggiornata lungo tutta la vita. E se il tuo ruolo dipende da questa abilità, è opportuno trovare un modo per te efficace per svilupparla. Perché con così tanti modi che abbiamo per comunicare oggi (e-mail, messaggi di testo, video conferenze, riunioni, incontri individuali) la comunicazione è ancora una sfida per molti leader.

Allora perché tanti leader non riescono a comunicare in modo efficace? Perché in molti pensano che sia una abilità innata e non sviluppabile. Oppure non hanno chiaro il processo da seguire per sviluppare un livello di Leadership efficace.

Prima di proseguire ricorda di ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Sviluppare le proprie capacità di leadership, significa lavorare sulla propria credibilità, integrità, autorevolezza (e non Autorità) e sulla fiducia delle persone con cui siamo a contatto giorno dopo giorno. Senza azioni, parole, ed esempi, (elementi che occorre siano congruenti fra loro), sarà difficile che la comunicazione sia al servizio della tua Leadership.

Quindi, cosa è necessario per chi vuole essere un Capo che riesce a comunicare in modo efficace? Ecco alcuni spunti per aiutarti a capire cosa intendo:

1) Una comunicazione onesta, diretta e al contempo rispettosa della persona è ciò che un collaboratore cerca maggiormente dal proprio Capo. Chiedetevi:come può, la mia comunicazione, generare fiducia e credibilità non solo per quello che dico, ma per cosa faccio? La gente segue volentieri chi “sente come vero e sincero” e sa abbinare azioni e discorsi sullo stesso livello di coerenza.

2) Un altro suggerimento è quello di favorire la collaborazione in un ambiente che favorisce l’apprendimento. Penso che la chiave di volta su questo aspetto, la fornisca una frase di Dianna Booher (Esperta di comunicazione, Consulente e autrice di diversi libri): Solo un Leader veramente capace è in grado di guidare facendo domande e non fornendo sempre risposte. Questo è il sistema per costruire la collaborazione.” Essere un leader efficace e comunicatore non significa conoscere tutte le risposte. Trovare il modo di costruire una intelligenza collettiva all’interno della tua organizzazione, valorizzerà la Leadership ed il tuo ruolo di Capo. 

3) Infine, essere un grande ascoltatore. Come ho detto prima, la comunicazione efficace non è misurata da quanto si dice, ma da quanto si fa e quanto si Ascolta. L’ascolto crea fiducia, perché si mostra di essere disposti verso la persone di fronte a noi, e magari si è disposti anche (grazie all’ascolto) a sfidare i propri paradigmi. Quando le persone si sentono valorizzate, riconosciute e ascoltate, sono disponibili a seguire, ad essere coinvolte e vedere come autorevole il proprio Leader.

 Quali riflessioni ti ha portato questo articolo? Spero ti sia piaciuto. Se così fosse segnalamelo nei commenti e/o aiutami a condividerlo.

Non perderti i prossimi articoli, ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Facebook Comments
Sergio Amatulli
Seguimi

Sergio Amatulli

Sergio Amatulli at Human Performance Italia
Sergio Amatulli è il fondatore della Human Performance, un esperto Executive e Team Coach, Docente in ambito Soft Skills, si occupa di sviluppo di progetti di cambiamento e sviluppo organizzativo in azienda. Opera in tutto il Nord Italia, ed è un appassionato studioso di Leadership e Intelligenza Emotiva.
Svolge spesso interventi come Temporary Manager nel ruolo di Direttore Organizzazione e Formazione, presso piccole e medie imprese.
Sergio Amatulli
Seguimi

2 thoughts on “IL RUOLO DELLA COMUNICAZIONE PER IL CAPO (di Sergio Amatulli)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *