LA GENTILEZZA: FACCIAMOLA DIVENTARE UN VIRUS

gentilezzaIl 13 novembre è la giornata mondiale della gentilezza. Organizziamo qualcosa nelle nostre aziende ecco 7 suggerimenti.

Molti di voi, in questi giorni, avranno sentito parlare della Giornata mondiale della Gentilezza, che ricorre il 13 novembre. Con questo mio post, vorrei dare uno spunto di riflessione e soprattutto proporre alcune idee semplici da poter attuare nelle nostre aziende.

Innanzitutto penso sia utile sapere che il 13 novembre coincide con l’anniversario della giornata d’apertura della Conferenza “World Kindness Movement” tenutasi a Tokyo nel 1997 e che ha portato alla firma della Dichiarazione della Gentilezza, il cui obiettivo è quello di incoraggiare le persone a guardare oltre se stesse e le differenze di cultura, idee, etnia o religione per rendersi conto che, in quanto cittadini del mondo, tutti abbiamo spazi e presenze da condividere, luoghi pubblici da curare, animali da proteggere, e uomini da accogliere e valorizzare.

E non solo: ognuno di noi condivide la gran parte della sua giornata, con altre decine di persone, spesso in uno stesso luogo (di lavoro) e a stretto contatto per molte ore. Proprio per questo, a mio avviso, è bene essere consapevoli che ognuno di noi ha una sua quota di responsabilità sul clima che ci ruota attorno, e per certo possiamo dare il nostro contributo per renderlo più empatico, vivibile, sostenibile, ed umanamente ECOLOGICO.

Come portare la giornata mondiale della gentilezza in azienda:

Sono certo che alcune aziende, l’hanno preparata da settimane, e mi complimento con loro per l’iniziativa. Anzi chiedo loro di condividere nei commenti, le iniziative che hanno incentivato.

Ma in primis mi rivolgo a coloro che hanno voglia di approfittare e di prendere questa giornata come un occasione, semplice, facile ed economica per contribuire al “miglioramento” in generale della cultura in azienda e per creare un po’ di benessere.

Eccovi 7 idee semplici:

  • Parlatene con i colleghi con cui lavorate di più, e fate in modo di pranzare insieme, parlando non di questioni lavorative, ma di voi come persone (interessi, pensieri, passioni)
  • Parlatene con i colleghi con cui lavorate di meno,.. (vedi il punto precedente)
  • Sorridete: non vi propongo un sorriso stentato e perenne, ma intendo siate accoglienti e sorridenti con chi vi si rivolge, o meglio ancora quando siete voi a rivolgervi a qualcuno: fatelo con un sorriso sincero. Ve ne sarà grato
  • Ascoltate con un po’ di calma in più: sono certo che per un giorno non succederà nulla di grave se dedicate qualche minuto in più ad ascoltare un collega preoccupato o che ritenete possa averne bisogno: un bel “vuoi parlarmene..” crea empatia.
  • Ascoltate BIS: fatelo anche quando rientrate a casa. Per una volta prendiamo la decisione di mettere al primo posto l’altro.
  • Ringraziate: chiunque ritenete meriti un GRAZIE da parte vostra: collaboratori, colleghi, capi. Ma è importante che lo facciate in modo sentito: guardate la persona che ringraziate e spiegategli il motivo ma “GUARDANDOLO NEGLI OCCHI”. Troppo spesso ho visto dei grazie stentati, senza neanche guardare la persona che si ringrazia, ottenendo un effetto deprimente.
  • Fate una colletta: potreste organizzare una collette, per una donazione da fare entro il fine settimana

“La gentilezza, come un virus,

coinvolge chiunque ne venga a contatto.

Il 13 novembre è l’occasione perfetta per diffonderla”

Qui trovate il sito di una associazione di Milano che fa delle iniziative proprio per la giornata mondiale della gentilezza: http://www.gentletude.com

Un articolo in cui viene spiegata la storia della giornata mondiale della gentilezza: http://www.corriere.it/esteri/12_novembre_12/niente-messaggi-fuori-orario-giorno-dei-colleghi-gentili-stefano-montefiori_6391483e-2c92-11e2-ac32-eb50b1e8a70b.shtml

E voi cosa volete organizzare sul lavoro o in famiglia?

Sergio Amatulli
https://www.google.com/+SergioAmatulli

Se vuoi essere aggiornato sui nostri articoli, iscriviti alla nostra newsletter. Verrai avvisato ogni volta che pubblicheremo qualcosa.

Facebook Comments
Sergio Amatulli
Seguimi

Sergio Amatulli

Sergio Amatulli at Human Performance Italia
Sergio Amatulli è il fondatore della Human Performance, un esperto Executive e Team Coach, Docente in ambito Soft Skills, si occupa di sviluppo di progetti di cambiamento e sviluppo organizzativo in azienda. Opera in tutto il Nord Italia, ed è un appassionato studioso di Leadership e Intelligenza Emotiva.
Svolge spesso interventi come Temporary Manager nel ruolo di Direttore Organizzazione e Formazione, presso piccole e medie imprese.
Sergio Amatulli
Seguimi

One thought on “LA GENTILEZZA: FACCIAMOLA DIVENTARE UN VIRUS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *