LAVORARE IN GRUPPO IN MODO EFFICACE

Il team work: un elemento fondamentale per il successo in azienda

team work
coachingaziendale.info

Avrete sicuramente notato che il Team Work è una “skill” che nel tempo ha assunto una crescente rilevanza all’interno di ogni ambiente di lavoro, fino a diventare una competenza fondamentale che i selezionatori mettono in cima alla classifica delle qualità necessarie per fare carriera. 

Ecco quindi che gli stessi manager potranno vivere l’esperienza di Team Work da entrambi i lati: possono trovarsi ad essere membri del gruppo di lavoro o a dover gestire il team in ruolo di responsabili dello stesso (se vi trovate in questo secondo ruolo può essere interessante anche questo articolo).

Ma qual è il segreto per rendere produttivo un gruppo di lavoro?

Vediamo alcuni utili suggerimenti relativi al Team Work che vi possono essere d’aiuto sia che vi troviate in una posizione che nell’altra.

Ecco i principi essenziali per rendere più efficace il Team Work:

  1. Creare (poche)  regole basilari ben precise e direttive solide necessarie per fissare dei limiti ed evitare troppa disorganizzazione.
  2. Far partecipare attivamente ai progetti tutti i membri della squadra. Chi dirige il gruppo, quindi, deve assicurarsi che all’interno del team non vi siano membri che “monopolizzano l’attenzione” e, al contrario, collaboratori che restano in disparte.
  3. Condividere idee, pensieri, stimoli, tra collaboratori e tra il manager e il suo team.
  4. Motivare i collaboratori al meglio, senza nascondere o sottovalutare i rischi del progetto, ma diffondendo ottimismo e spirito di iniziativa.

Sarà responsabilità dei manager rispettare queste quattro regole affinché il Team Work possa realmente apportare benefici all’intera organizzazione.

Potreste però trovarvi nella situazione in cui il team ancora non esiste, e lo dovete costituire “pezzo per pezzo”. Si tratta di una condizione che potremmo definire ideale: avete carta bianca e quindi la possibilità di creare il “team imbattibile”, capace di realizzare quella speciale sinergia che non sempre si riesce ad ottenere. Vi possiamo consigliare di scegliere i membri rispettando due direttive di fondo:

  • omogeneità nelle competenze trasversali (quelle che in gergo vengono chiamate “soft skills”): vi eviteranno, tra l’altro, attriti e prevaricazioni degli uni sugli altri;
  • disomogeneità nelle competenze tecniche: ogni collaboratore dovrebbe avere competenze complementari agli altri, così da poter disporre di tutte le capacità necessarie per portare a termine il progetto efficacemente. 

Per scendere più nel dettaglio e offrirvi una sorta di “modello del collaboratore ideale” all’interno di un Team Work, vediamo quali capacità individuali sono richieste:

  • ascolto: essere attento e pronto a mettersi in gioco;
  • comprensione: riuscire a “mettersi nei panni altrui” per comprendere meglio gli altri e da questo migliorare il proprio atteggiamento;
  • trasparenza: possedere un animo leale, umile e sincero, i rapporti si fondano sulla lealtà;
  • orientamento all’obiettivo: avere la visione di dove si vuole arrivare e mantenere costante la tensione verso la meta;
  • collaborazione: saper aiutare chi è in difficoltà e saper collaborare con gli altri in funzione di un obiettivo comune, “se tu vinci, vinciamo tutti”;
  • coerenza: rispettare la parola data e mantenere la propria linea di pensiero, serve serietà;
  • disponibilità: essere capaci di fare qualcosa per qualcuno senza un diretto tornaconto, aiutare in modo indipendente, mai approfittare dell’altro;
  • riconoscere i propri errori: si cresce soprattutto quando si impara a dire “scusa”, “ho sbagliato”, “era colpa mia”, l’autocritica serve ed è necessaria per aumentare il sentimento di squadra;
  • proattività: contribuire attivamente significa offrire sempre il proprio contributo, più teste lavorano, maggiori idee e soluzioni si trovano. Il gruppo deve sviluppare conoscenza e deve essere in grado di trasmetterla agli altri;
  • comunicatività: condividere ogni singola esperienza e informazione, tutti devono avere la stessa conoscenza.

A queste caratteristiche è senz’altro da aggiungere: la calma (reagire pacatamente alle eventuali provocazioni o aggressioni da parte di altri membri del team aiuta a non surriscaldare ulteriormente il clima all’interno del Team Work) e la resistenza allo stress (essere capaci di non cedere di fronte alle forti pressioni del gruppo e alle difficoltà del progetto a cui si sta lavorando rende il team più forte e compatto). 

Con questo non vogliamo dire che dovete disgregare i team già esistenti e comporli ex novo con collaboratori nei quali riscontrate le caratteristiche indicate prima.

Se il vostro team non è produttivo concentratevi innanzitutto sulle 4 regole essenziali che vi abbiamo citato sopra, mettetele in pratica con tutto il vostro impegno e la vostra costanza e se avete bisogno di un supporto consultate la nostra offerta di team coaching.

Solo se proprio la situazione non cambia e non riuscite ad intravedere dei miglioramenti, allora decidete quali interventi potete fare sulla composizione del team (introdurre nuovi membri e/o toglierne altri).

Raccontateci le vostre esperienze e opinioni con un commento qui sotto!

E, se lo ritenete utile, condividete l’articolo ed iscrivetevi alla nostra newsletter per ricevere i nostri consigli!

A presto!

Sergio Amatulli

Facebook Comments
Sergio Amatulli
Seguimi

Sergio Amatulli

Sergio Amatulli at Human Performance Italia
Sergio Amatulli è il fondatore della Human Performance, un esperto Executive e Team Coach, Docente in ambito Soft Skills, si occupa di sviluppo di progetti di cambiamento e sviluppo organizzativo in azienda. Opera in tutto il Nord Italia, ed è un appassionato studioso di Leadership e Intelligenza Emotiva.
Svolge spesso interventi come Temporary Manager nel ruolo di Direttore Organizzazione e Formazione, presso piccole e medie imprese.
Sergio Amatulli
Seguimi

One thought on “LAVORARE IN GRUPPO IN MODO EFFICACE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *