UN SALUTO E UN GRAZIE A ROBIN WILLIAMS: un talento e una risorsa per i coach della human performance (di Veronica Altosinno)

robin williams

Carissimo lettore,

già, per noi il talento di Robin Williams, le sue interpretazioni ed i suoi film sono stati davvero una risorsa per tutti i Coach e Formatori della Human Performance. E’ questo post è un ringraziamento dedicato a lui.

A me come penso anche per molti, appena ho saputo della morte di Robin Williams all’età di 63 anni per suicidio sono rimasta sconcertata e triste, all’inizio credevo fosse una bufala lanciata su internet o sui social, ma appena ho sentito la notizia alla radio e alla tv e nei giornali mi ha addolorata parecchio, quasi come se fosse andata via una persona a me cara.

Nei giorni seguenti dalla comunicazione della sua morte, la moglie ha dichiarato che soffriva di Parkinson, poi altre vicende hanno fatto si che la sua depressione prendesse il sopravvento fino ad arrivare al doloroso gesto del suicidio.

Robin Williams era davvero un grande attore, forse uno dei più grandi dell’ultimo quarto di secolo. Affermazione per la verità piuttosto scontata, ma ciò che vale per buona parte degli attori del sistema, legato all’industria cinematografica hollywoodiana, è ancor più vero per questo poliedrico e sorprendente artista, che col suo talento indiscutibile ha incantato il mondo e ispirato un gran numero di attori e di artisti.

A proposito di talenti, lui ha avuto la capacità di riconoscere e mostrare il suo, che a mio avviso sono l’intensità presente nelle sue interpretazioni, e la capacità di trasferire emozioni intense e senza nessuna riserva.

Era dotato di una grande sensibilità, come si può vedere dall’ultimo suo video messaggio di amore e speranza che invia ad una sua fan ammalata di cancro (se non hai visto il video clicca quiapparso in tv, su internet e social.

Per quanto mi riguarda lui era un genio nel suo lavoro, un’abilità fenomenale, e voglio ringraziarlo io e Sergio Amatulli, per quanto ha comunicato al mondo e trasmesso attraverso i suoi film.

Per citare un contributo che ha portato al nostro lavoro, spesso in aula, nei nostri corsi di formazione manageriale, i docenti della Human Performance intuivano alcuni spunti dati dai suoi film e li utilizzavano, per aiutare chi era in aula, a fare un passo oltre, a cogliere ulteriori elementi di ciò che avveniva in aula.

Ho voluto trattare questo argomento anche per un semplice motivo, per ricordare e lasciare traccia di un uomo che attraverso i suoi film ha fatto emozionare e riflettere…

..e poi perché mi sono posta una domanda che voglio condividere, nella speranza che possa essere utile a fare tesoro della storia di Robin Williams.

Domanda da Coach insomma…

–  Cosa posso trarne dalla sua storia che possa essere da insegnamento per me e per coloro che mi stanno vicino?

Per come la penso io, occorre pensarci e pianificare il nostro domani per fare qualcosa nella vita di meravigliosamente magico per noi, da esserne fiero e vivere con forti valori nella vita e nel lavoro, anche se ci possono essere degli ostacoli durante il percorso.

robin williams2

Robin Williams ha fatto sognare e riflettere con le sue interpretazioni eccezionali, se dovessi pensare al primo film che mi viene in mente, penso subito al film “l’attimo fuggente” oppure al film “Jack” . Di quest’ultimo film c’è una frase che spesso rileggo:

“Lo so che giunti al termine di questa nostra vita tutti noi ci ritroviamo a ricordare i bei momenti e dimenticare quelli meno belli, e ci ritroviamo a pensare al futuro. Cominciamo a preoccuparci e pensare: “io che cosa farò? chissà dove sarò da qui a dieci anni?” Però io vi dico: “Ecco guardate me!” Vi prego, non preoccupatevi tanto, perché a nessuno di noi è dato soggiornare tanto su questa terra. La vita ci sfugge via e se per caso sarete depressi, alzate lo sguardo al cielo d’estate con le stelle sparpagliate nella notte vellutata, quando una stella cadente sfreccerà nell’oscurità della notte col suo bagliore, esprimete un desiderio e pensate a me. Fate che la vostra vita sia spettacolare” – Jack Charles Powell (Robin Williams) dal film “Jack”

In sintesi rivolgo in mio pensiero a questa frase del film…

La vita può essere tanto lunga oppure breve ma almeno finchè siamo al mondo, facciamo in modo che la nostra vita sia spettacolare per cogliere ogni attimo come se fosse l’ultimo.

Voglio chiudere questo post, segnalandovi un pezzo di un suo film per ricordarlo con un sorriso e trarre esempio dai tutti i personaggi interpretati.

E a te che cosa ha lasciato Robin Williams? Quale film ti ha colpito di più?

Raccontalo nei commenti e se ti è piaciuto l’articolo clicca mi piace.

Veronica Altosinno

Eccolo qui: 

Facebook Comments
Sergio Amatulli
Seguimi

Sergio Amatulli

Sergio Amatulli at Human Performance Italia
Sergio Amatulli è il fondatore della Human Performance, un esperto Executive e Team Coach, Docente in ambito Soft Skills, si occupa di sviluppo di progetti di cambiamento e sviluppo organizzativo in azienda. Opera in tutto il Nord Italia, ed è un appassionato studioso di Leadership e Intelligenza Emotiva.
Svolge spesso interventi come Temporary Manager nel ruolo di Direttore Organizzazione e Formazione, presso piccole e medie imprese.
Sergio Amatulli
Seguimi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *